socialwrite

Ormai scrivere sui social è diventato un lavoro a tempo pieno per molte persone, sia che si svolga un ruolo da creativi indipendenti, sia che si lavori per un’azienda particolarmente attenta alle campagne su internet. La nuova frontiera del web writing sui social va dunque curata con la massima attenzione, ed esistono dei tool appositamente pensati per chi vuole essere assolutamente sicuro che la forma dei suoi pensieri, scrivendo su Facebook, Twitter, un blog o una pagina aziendale, sia perfettamente corrispondente al contenuto.

A caccia di errori
La percezione di un contenuto scritto sui social network infatti non sempre corrisponde a quella che è la reale esigenza di attenzione e di qualità che servirebbe. Spesso un webriter pensa di dover produrre un contenuto immediato e diretto, il che significa che a volte si lascia scappare errori ed ingenuità che non dovrebbero venire trascurate. In soccorso di queste problematiche esistono tool per l’ottimizzazione dei testi che consentono innanzitutto di individuare gli errori ed evitare di andare così incontro a brutte figure.

Non solo quantità, ma anche qualità
Si comincia da “Slick write” che non si limita solamente a correggere la grammatica del post ma anche a valutarne lo stile e i potenziali difetti. Una valutazione ragionata del testo per il social network è una caratteristica particolarmente richiesta e a rispondere perfettamente a questo tipo di esigenze ci pensa “Polish my writing”, che si occupa di analizzare il testo ed evidenziarlo con diversi tipi di colori. A seconda del colore sarà indicata la gravità dell’errore e, di conseguenza, l’urgenza della correzione.

Correzioni in tempo reale
Molto interessante la proposta di “300Editors” che punta a tutti coloro che hanno tempi ristretti per preparare i loro testi sui social media. Permette infatti di lavorare in tempo reale sulla propria creazione, correggendo strada facendo le possibili problematiche. Anche “Spellchecker” abbraccia questa filosofia, permettendo di apportare le correzioni dopo un semplice copia e incolla sull’editor del tool.

Parola d’ordine: originalità
C’è però un’altra questione che sta a molto a cuore a tutti i web-writer che si occupano di social media: l’originalità dei propri contenuti. Spesso, anche quando non c’è intenzione di dolo né si ha la minima idea di produrre un plagio, ci si ritrova con testi particolarmente simili ad altri già pubblicati in rete, con tutte le relative conseguenze in termini di copywriting. Ad effettuare un controllo efficace ed immediato per il proprio testo, per valutare se sia o meno indicabile come plagio, ci pensano “Help.PlagTracker” e “Duplichecker”, con quest’ultimo tool che permette di confrontare in tempo reale con tutti gli altri testi presenti in rete post che possono arrivare anche a mille battute.

Per i più prolissi
Infine, bisogna dire che un web-writer può doversi confrontare anche con l’esigenza di produrre un testo più lungo rispetto a quelli che normalmente vengono pubblicati sulle piattaforme social. Per i testi di particolare lunghezza arriva in aiuto “Ulysses”, che permette di organizzare i testi grazie ad un’unica applicazione e di controllarli contemporaneamente. “Ulysses” controlla anche i testi su diverse piattaforme: una comodità non da poco per chi si trova spesso ad interagire tra personal computer e dispositivi mobili. Ce n’è dunque per tutti i gusti, per affinare e migliorare passo dopo passo le proprie doti da web-writer e diventare sempre più professionali.

Instagram

Instagram, col passare del tempo, è divenuta una base dove, le aziende, cercano di sfruttare il loro ingegno per poter fidelizzare i clienti.
Ecco ben tre esempi, che riguardano tre storie di altrettante aziende, che potrebbero dare uno spunto interessante alle figure aziendali.

La storia di Frank, un personaggio inventato

Chi è Frank?
Sostanzialmente nessuno in carne ossa ma, semplicemente, è il frutto di un’attenta strategia sfruttata dal marchio Frank Body, specializzato nella realizzazione delle creme per corpo, che tanto piace ai clienti.
Ma cosa possiede di speciale questa creazione?
Essa è sinonimo dell’azienda e riesce ad attirare l’attenzione grazie a delle situazioni talvolta surreali che ovviamente servono a promuovere un determinato prodotto dell’azienda stessa.
Si tratta quindi di sfruttare al massimo le foto, le frasi semplici e dirette ma anche simpatiche e la voglia di differenziarsi: in ogni azienda vi è sicuramente un Frank pronto ad esplodere e grazie alla fantasia e voglia di farlo uscire fuori, un’azienda potrà ottenere un grande successo su questo sito web.

Raccontare per sorprendere

Frank, da solo, potrebbe non essere sufficiente per poter riuscire a creare un successo incredibile.
Per questo motivo occorre prendere, come esempio, un altro tipo di strategia che, aggiunta a Frank, potrebbe far ottenere grandi successi ad un brand, ovvero quello di raccontare le esperienze dei clienti in maniera facile e veloce.
Questa strategia è stata utilizzata dalla ditta Ouai, creatrice di prodotti per capelli, la quale è stata in grado di sfruttare le reali esperienze dei clienti per poter sorprendere gli altri.
Si tratta ovviamente di una strategia semplice, basilare, ma di grande successo ed in grado di offrire degli ottimi risultati in termini di successo.
I clienti, che sentono raccontare delle storie da altri clienti, si fidano maggiormente di quell’azienda e sono in grado di offrire un grande successo all’azienda che sfrutta tale tipologia di strategia.
Queste sono le due storie maggiormente importanti che riguardano il fatto pubblicità su Instagram.Continua a leggere